La personalità del cliente interno è al centro di un nuovo progetto sulle risorse umane di Orange1

0
Share

La personalità del cliente interno è al centro di un nuovo progetto sulle risorse umane di Orange1

Lo studio della personalità dei dipendenti è al centro dell’analisi condotta dalle Risorse Umane di Orange1 – azienda veneta leader nel settore elettromeccanico – in collaborazione con B-sm@rk.

Orange1 vuole essere all’avanguardia non solo per i suoi clienti internazionali ma anche per i suoi clienti interni. Il gruppo capitanato da Armando Donazzan infatti ha iniziato ad utilizzare l’approccio Human e Brand Personality messo a punto da B-sm@rk in ambito Risorse Umane. La raccolta di questi dati ha già permesso di individuare diversi importanti aspetti legati alla percezione interna della visione e del futuro aziendale, alla risposta dei principali reparti e funzioni su alcuni nuovi progetti del gruppo, alla vicinanza di ciascuno con il concetto di personalita’ del brand Orange1.

Al centro del nuovo progetto è stata messa la “personalità” , definita dal modello Big Five con il mix di tratti chiave quali: Apertura mentale, Coscienziosità, Estroversione, Amicalità, Stabilità Emotiva.
Uno dei focus del progetto sara’ quello di far emergere l’impatto che la diversita’ di ciascuno – definita proprio osservando i tratti della personalità umana – ha nella percezione del percorso e delle scelte dell’azienda, a breve e medio-lungo termine.

La capacità per l’impresa di approfondire qualitativamente la conoscenza dei suoi clienti interni diventa di grande importanza all’interno di un gruppo che sta crescendo in maniera esponenziale su più siti produttivi e culture.
Per esempio si potrebbero misurare carenze e opportunità inespresse che necessitano di azioni mirate per essere attivate positivamente, come pure inefficienze dovute a percezioni distorte delle scelte aziendali che potrebbero essere velocemente risolte allineando la percezione per ciascun segmento di cliente interno.

Questo approccio può condurre a diversi vantaggi anche in fase di preselezione e recruitment, quindi valore a livello di employer branding:

  1. Conoscere i tratti di personalità dell’attuale personale può facilitare la selezione di soggetti in linea con quelli già presenti riducendo le difficoltà di comunicazione tra neo–assunti e attuali dipendenti.
  2. Formare un team di lavoro con tratti della personalità complementari. Inversamente, selezionare soggetti con particolari aspetti che possano rispondere a determinate figure, come quelle di leader o decision maker, ad esempio.
  3. Misurare l’allineamento con la cultura aziendale. Uno dei principali fattori di rischio che caratterizza il mancato allineamento tra gli obiettivi aziendali e una piccola parte dei dipendenti è l’esistenza di sotto-culture ovvero la presenza di alcuni soggetti che provocano resistenze culturali diffondendo una messaggio negativo.

Il progetto Orange1 continuera’ per tutto il 2017. Contattateci per ulteriori informazioni.

Siamo stupiti della facilità con cui è stato possibile, attraverso questo approccio, ricevere informazioni fondamentali per comprendere davvero il clima interno, la propensione al cambiamento, le potenzialità delle risorse umane, la coerenza di visione e valori tra collaboratori e gruppo.  La profondità degli studi psicologici e sociali che sottende al sistema è tradotta in dati semplici da leggere e subito fruibili sia dal dipartimento di risorse umane che dal marketing. Un servizio accurato, attento, flessibile. Un’esperienza che intendiamo ripetere.
Orange1 Senior Consultant – Strategic & Brand Marketing

 

0

Related Posts

Comments are closed.